Alberto Basso

Alberto Basso

Inizia l'attività musicologica nel 1952 con una monografia su Stravinskij. Laureatosi in giurisprudenza nel 1956 presso l'Università di Torino, in seguito si dedica interamente alla musica. Docente di Storia della musica, dal 1961 al 1974, e poi bibliotecario, dal 1974 al 1993, del Conservatorio di Torino, negli anni 1973-79 e 1994-97 è presidente della Società italiana di musicologia. Nel 1986 fonda l'Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, di cui è presidente. Dal 1982 è membro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia; è inoltre Accademico Filarmonico Romano (dal 1986), Accademico Filarmonico di Bologna (dal 1996) e Académico Corrispondiente della Real Acadèmia Catalana de Belles Artes de Sant Jordi di Barcellona (dal 2000). Nel 2004 riceve la laurea honoris causa dall'Università Autonoma di Barcellona.

Nel 1984 è nominato Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Dal 1961 si occupa dell'attività musicologica della Casa editrice UTET di Torino, per la quale cura fra l'altro la pubblicazione di alcune monumentali opere collettive: La Musica (1966-71), Storia dell'opera (1977), DEUMM (Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti, 1983-2005), Musica in scena. Storia dello spettacolo musicale (1995-6).

Ha inoltre ideato la collana discografica Tesori del Piemonte (Opus 111, Parigi, dal 1995), nell'ambito della quale è inserita la Vivaldi Edition, edizione integrale in cd di tutte le composizioni di Antonio Vivaldi conservate presso la Biblioteca Nazionale di Torino (circa 450 autografi).


Per Analogon ha scritto Il Lied nella cultura preromantica in:

AAVV: Il Lied tedesco. Scelta di saggi. Vol. I. L'Ottocento