Frans Masereel

Frans MasereelFrans Masereel (1889-1972) è stato pittore, disegnatore e incisore su legno, ma nella sua vita, trascorsa tutta fuori dal suo paese, i libri sono sempre stati oggetto di lavoro e di passione. Ha illustrato le opere dei suoi amici scrittori, come ad esempio Zweig, Sternheim, Barbusse e Rolland, nonché i libri ispirati e voluti dagli editori a lui vicini, Kurt Wolff su tutti.

Masereel è stato poi editore egli stesso e infine addirittura autore, avendo immaginato e realizzato storie senza parole, fatte di soli disegni. I suoi romanzi grafici, pensati perché fossero comprensibili da tutti i lettori, oltre le frontiere delle lingue, della cultura e delle classi sociali, hanno avuto diffusione a partire dagli anni ‘20 nella Germania di Weimar e in seguito in Unione sovietica, nella DDR e nella Cina maoista.

Nelle storie di Masereel, e anche nella sua visione del mondo umanistica e libertaria, i libri non sono mai oggetti inerti da biblioteca o da collezione, bensì strumenti vitali di trasformazione della realtà, chiamati ad aprire le menti e a svegliare le coscienze degli uomini e delle donne.  

Di prossima pubblicazione: Stefan Zweig | L'OBBLIGO con dieci tavole originali di Frans Masereel