Elio Battaglia

Nato a Palermo nel 1933. Formatosi alle scuole di Iris Adami Corradetti e di Erik Werba. Diplomato in Canto al Conservatorio di Venezia e laureato in Lied e Oratorio alla "Hochschüle für Musik" di Vienna, ha dedicato la sua vita musicale al concertismo da camera e sinfonico, ma soprattutto alla didattica del Canto, inteso in senso globale (Opera, Lied, Oratorio), che lo ha portato in ogni parte del mondo. Primo cantante italiano ad incentrare la sua attività sul repertorio liederistico, ha effettuato innumerevoli registrazioni radiofoniche, anche di autori pochissimo frequentati (Franz, Loewe, Pfitzner), tenendo Liederabende nelle migliori sedi concertistiche (Italia, USA, Giappone, Unione Sovietica). In campo sinfonico-concertistico è stato tra i primi interpreti italiani dei capolavori schönberghiani A survivor from Warsaw e Ode to Napoleone Bonaparte. E’ stato il primo interprete italiano a incidere Lieder tedeschi. Ha insegnato Canto per trent’anni al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Nel 1973 ha fondato e diretto per 35 anni la Scuola Superiore "Hugo Wolf" per cantanti e pianisti accompagnatori. Ha tenuto Master Classes e Corsi nelle Università e Conservatori più prestigiosi, dagli USA all’ex URSS, dalla Cina al Giappone, dalla Corea all’Europa. Per i suoi meriti artistici lo Stato austriaco gli ha conferito, nel 1987, la Medaglia Hugo Wolf. Il suo combattuto ma esaltante credo artistico ha trovato nelle parole di Massimo Mila un’autorevole testimonianza: “…quella scuola di canto di Elio Battaglia che col suo insegnamento appassionato e nutrito di assidua frequentazione in loco, ha quasi trasformato il Conservatorio di Torino in una succursale di quello di Vienna”.

Autore di innumerevoli saggi e articoli critici sull’arte vocale, ha curato l’edizione didattica del metodo di Canto di Nicola Vaccaj (Ricordi), un’Antologia del Lied tedesco (Curci), la revisione critico-tecnica delle
Canzoni di Vincenzo Bellini (BMG Ricordi) e L’arte del vocalizzo (Ricordi). Ha divulgato l’arte di Maria Callas, Dietrich Fischer-Dieskau e di Nicolaj Gedda con convegni internazionali, conferenze e trasmissioni radio in tutto il mondo.


Per Analogon ha firmato il saggio «Il Lied tedesco e il cantante italiano» in:

AAVV: Il Lied tedesco. Scelta di saggi. Vol. I. L'Ottocento

In uscita:

Scritti sul canto