«Due immagini chiave per Quignard» di Giuseppe Zuccarino

Due immagini chiave per Quignard - Zuccarino

Un volumetto di Pascal Quignard, Boutès, viene pubblicato dalle edizioni Galilée nel 2008, con una fascetta su cui, accanto al titolo, compaiono due piccole immagini, isolate dallo sfondo originario e riprodotte in grigio scuro: un uomo che cade riverso e un altro che si sta tuffando. In assenza di didascalie, le figurine vanno intese come un appello alla memoria visiva del lettore, che dovrebbe saper riconoscere due rappresentazioni che risalgono alla pittura antica (in un caso, addirittura preistorica): l’una visibile sulle pareti della grotta di Lascaux e l’altra dipinta su un sarcofago di Paestum.

 

 

 


Non riesci a visualizzare il documento? Clicca qui