Libri di Natale: quando la musa si ammala. Tutti i dettagli sul caso Schumann (Arteesalute.blogosfere.it, dic. 2011, E. Zerbinatti)

La musa malata Eliot SlaterMusica, creatività, genio e malattia. Non se ne parla spesso. È più facile pensare all'associazione negli artisti del pennello o della scultura. Persino qui su Arte e salute abbiamo dedicato ampio spazio alle sofferenze di Van Gogh, Caravaggio, e meno a quelle di Mozart, Beethoven, Schumann... Eppure, proprio questi ultimi esempi illustri ci dicono che anche i musicisti si ammalano. A volte è una malattia del corpo. Altre della mente. Ma nella maggior parte dei casi è difficile stabilire con certezza un limite tra ciò che è organico e ciò che appartiene alla sfera psichica, tra fisico e mentale. La creatività stessa, d'altra parte, riconosce sia una componente puramente fisica, neuronale, sia quel qual cosa che è difficilmente definibile e che sfugge alla comprensione anche con gli strumenti più sofisticati per indagare il substrato fisico del nostro cervello.

Del "caso Schumann" e gli altri compositori che hanno sofferto di una qualche patologia, spesso al limite tra fisico e mentale, si occupa ora "La musa malata", volume appena pubblicato dall'Editore Antalogon sull'indagine dello psichiatra inglese Eliot Slater (1904-1983), pioniere nel campo della genetica dei disturbi mentali e grande appassionato del rapporto tra genio creativo musicale e patologia.


Leggi l'articolo sul sito Arte e Salute